Caccia con 6 Freres

Dicono di noi
maggio, 06 2013

Buondì Giuseppe

Sono appena rientrato dalla Slovenia ed ho realizzato due capi di capriolo. Il primo gruppo di foto, che allego, si riferisce ad un colpo al collo a 150 m dal bastone a bipiede. L’effetto e eccellente, il capriolo si è spento sul colpo (va beh. .. che un colpo al collo non può far testo). La seconda serie di foto si riferisce ad un tiro dallo zaino a 238 m ed avevo l’animale un po’ di traverso. Si vede chiaramente l’uscita di cinque pezzi di palla che si è frantumata internamente.  Ha fatto alcuni metri per inerzia e poi è caduto. Gli organi interni importanti sono stati tutti lesi dal proiettile. Non mi sembra aver notato ematomi evidenti, ma non si può dire in quanto non è stato spellato.

 

(la mando con la prossima e-mail, altrimenti eccede la capacità massima di trasmissione)

 

 

Sono stato estremamente soddisfatto dal comportamento dei proiettili sul selvatico. Credo che la monolitica diventerà il mio proiettile di fiducia.

Tornando al coefficiente balistico, mi ero fatto delle tabelle con taratura del mio Kipplauf a 240 m. tenendo conto di un coefficiente balistico pari a 0,378. Il colpo sul secondo capriolo (che per caso era circa alla distanza di taratura e con un angolo di sito negativo di pochi gradi ) è andato esattamente, per quanto riguarda l’altezza, nel punto mirato, da cui ne deduco che il C.B. sembra attendibile. Purtroppo non ho avuto l’occasione di fare delle ulteriori sperimentazioni soprattutto in condizioni “da laboratorio”.

Cordiali saluti ed  un ringraziamento per avermi fatto insistere sulla sperimentazione delle monolitiche.

A risentirci

Renzo