RISULTATI DI TRE MESI DI CACCIA IN REP.CECA

Dicono di noi
luglio, 29 2013

ALLA SCOPERTA DI UN PICCOLO GRANDE
Come promesso , pubblico il Report di 3 mesi di caccia con il 7-47GS MAG e con le palle Hasler 115 gn. monolitiche .
Ritirato a fine aprile il nuovo fucile presso la MAG di Vittorio Giani , di cui avevo scelto le seguenti caratteristiche :
✔calcio sintetico fibra McMillan modello con astina larga .
✔azione Tikka standard
✔Scatto diretto regolato a 500g (su mia richiesta poichè non amo gli Stekler )
✔canna inox Lothar Walter 56cm passo 1:11”.
✔attacchi Talley in lega leggera .
✔ottica Swarovski Z6i 2,5-15×56 (applicata torretta balistica artigianale).
L’arma così configurata si presenta molto compatta maneggevole e ben bilanciata nell’uso, con dimensioni e peso veramente interessanti: 106cm di lunghezza per 3,8 kg di peso.(con il calcio light si possono risparmiare 300g.

Primo test da Vittorio in laboratorio sul tunnel:
Sorpresa !nonostante la riduzione di 6cm di canna rispetto al modello base , le velocità sono rimaste pressoché invariate :
– con palla 92 gn. Lutz 1070 m/s
– con palla 110 Barnes TTSX 960/970 m/s
– con Hasler 115 990/980 m/s
Incredibile ma vero con ricariche medie di 38/40 gn di polvere N133.
Andati poi alla galleria del tiro a Brescia per un test veloce sulla precisione , con un unico tipo di ricarica abbiamo ottenuto subito un buon risultato :circa 3 cm di rosata a 200m, più o meno con tutti e tre i tipi di palla. Ottimo il rendimento costante al variare della palla.
La migliore accuratezza della rosata la cercherò con affinamento della ricarica che in origine era nata per una canna da 62 cm .
Per la caccia è già più che soddisfacente la precisione ottenuta .
Da evidenziare il rinculo inesistente che permette di seguire il colpo e la reazione dell’animale, ed un boato secco ma contenuto.
Subito portata a caccia al mio rientro in Repubblica Ceca , già alla seconda uscita ho potuto tirare un cinghialetto di 30kg circa subito seguito da un alteo il giorno seguente ma di dimensioni doppie.
Ad oggi insieme ad i miei amici Carlo Kinsky e Giorgio Giuliani con questa arma abbiamo tirato 23 capi di cui 13 caprioli , 10 cinghiali ed inoltre 4 volpi( specie cacciabili in questo periodo).
Gli abbattimenti sono stati eseguiti su distanze comprese tra min 30 m e max. 358m.
Sulle prede affrontate con pesi variabili tra i 25kg medi dei caprioli e i 30kg fino a 70 kg dei cinghiali non ci sono stati problemi di alcun tipo con foro sempre passante a tutte le distanze , solo un cinghiale ha allungato di 100m e altri 2 una trentina . Per i rimanenti casi gli altri capi sono rimasti praticamente sul posto o allungato massimo10/15m comprendendo anche un paio di tiri non ben eseguiti che hanno colpito addome e coscia.
Danni alle spoglie sempre pochi ,maggiori quando ad essere colpite sono ossa maggiori quali femore,omero o colonna vertebrale (ma questo succede con tutte le munizioni e calibri , tenendo presente che le velocità per questo calibro sono comunque alte) .
Quindi ottimo lavoro delle palle Hassler da 115 gn e a questo punto che dire , dare un voto? 10 e lode all’arma al calibro e alla palla .
Fa il lavoro di un 270 Winchester con maggior precisione e radenza , ed un terzo di polvere in meno 38 gn contro 56/58.
E’ un vero mini allrounder .Ha alla sua portata la maggior parte della selvaggina europea.
Mi ha quindi piacevolmente sorpreso e stupito , portandomi nel futuro della balistica .
Tra poco lo proveremo sui Calvi di cervo europeo , poi sui Sika , Daini e mufloni.
Comunque ha già espresso e confermato la sua validità e il suo potenziale , ritengo quindi che possa essere un calibro da prendere in considerazione anche da qualche industria armiera blasonata

 

https://www.facebook.com/groups/61902463823/permalink/10151819459013824/